Certificazioni


Ricette
Caprese

Qualità
A l’olio extravergine di oliva prodotto nel territorio Etneo, con il Provvedimento MIPAF del 04/09/2003 gli è stata riconosciuta la Denominazione d’Origine Protetta “D.O.P. Monte EtnaGarantito dal Ministero delle Politiche Agricoli Alimentai e Forestali ai sensi dell’Art. 10 del Regolamento (CE) N° 510/06” certificazione di valore Europeo. La Denominazione d’Origine Protetta viene concessa (previo richiesta) a quei prodotti di qualità, e tipici, riconducibile ad un’aria geografica definita. Il disciplinare di produzione impone che tutto il processo produttivo, dall’approvvigionamento della materia prima fino al confezionamento del prodotto finito avvenga all’interno dell’area geografica disegnata dallo stesso. Tale riconoscimento di prestigio, alla qualità della produzione dell’ olio extravergine di oliva nel territori Etneo, conferma quanto affermato dalla storia in materia di olio.
Denominazione d'origine protetta - Dop Monte Etna - ICEA - Agricoltura biologica UE -  Prodotto Italiano

L’Azienda per garantire qualità e continuità di prodotto di produzione del territorio Etneo, propone ai contadini del territorio un contratto di conferimento delle olive per olio, che comprende anche una linea guida di produzione rigorosa, con il quale viene imposto ai produttori che l’olio prodotto dalle loro olive deve abbattere del 50% i limiti massimi delle caratteristiche chimico fisiche previsti nel Regolamento (CE) N° 1989/2003 della commissione del 06/11/2003, il parametro di riferimento adottato dall’Azienda è l’acido oleico, fissato dalla normativa a 0,8 per l’olio extravergine di oliva, quindi l’olio prodotto dai contadini che hanno sottoscritto il contratto di conferimento olio, per essere commercializzato dall’Azienda Consoli, non può superare 0,4 di acido oleico. L’Azienda selezionando la materia prima (olive) in funzione al luogo di produzione ( altitudine e terreno vulcanico o terre bianche) e al metodo di conduzione del fondo agricolo ( metodo Convenzionale o Biologico) ha diversificato in quattro linee la produzione di olio extravergine di oliva a marchio Consoli, inoltre per ampliare la gamma dei prodotti a marchio Consoli ha avviato la produzione di conserve alimentari iniziando con olive da tavola, patè di olive e pesto di pistacchio.

L’Azienda Consoli, che da anni persegue una politica di qualità rigorosa finalizzata ad accrescere la propria competitività di mercato attraverso l'offerta di prodotti innovativi, ha recentemente intrapreso un attività di collaborazione di ricerca con l’Università degli Studi di Catania riguardante il controllo e lo studio microbiologico dei parametri di fermentazione per la produzione di olive da tavola al naturale. La ricerca, in atto presso l’Azienda, applica i risultati acquisiti da un progetto di ricerca, finanziato dall’Assessorato Agricoltura e Foreste Dipartimento Interventi Infrastrutturali, della Regione Siciliana, “Costituzione di una ceppoteca di batteri lattici autoctoni per la fermentazione di olive da tavola siciliane”, conclusosi il 30 giugno 2009, anch’esso sotto la responsabilità della Prof.ssa Cinzia Caggia, docente di Microbiologia degli Alimenti Fermentati, presso l’Università di Catania, prevede: l’impiego di ceppi selezionati, isolati, caratterizzati e depositati presso il laboratorio di Microbiologia degli Alimenti del DOFATA; il monitoraggio; la gestione e; la verifica del processo fermentativo allo scopo di aumentare la garanzia di sicurezza del prodotto finito.I ceppi selezionati, sono stati inoculati nelle salamoie di olive di diversa varietà e attualmente le analisi sono ancora in corso per ottenere il quadro del dinamismo della popolazione microbica presente nelle salamoie. Alla fine del processo fermentativo, le salamoie esauste saranno caratterizzate per la composizione microbiologica e saranno messe a punto le condizioni di conservazione che consentono la sopravvivenza dei ceppi starter, ottimizzando la tecnica nota come “back-slopping” che consiste nel riavviare la fermentazione con aliquote delle fermentazioni precedenti.