Gallery

Ricette
Bruschette
La nostra Azienda
L’Azienda Consoli, oggi s.n.c. (società a nome collettivo) ha sempre svolto la propria attività rispettando il
Azienda Consoli - Adrano (CT)
territorio, vocato alla produzione delle olive, nel rispetto delle normative in materia di sicurezza alimentare e ambientali, per questi motivi si utilizza energia da fondi rinnovabile:(energia elettrica da impianto fotovoltaico, combustibile: nocciolino di olive e pellet di sansa vergine di oliva, il tutto prodotto in azienda). La Azienda ha investito, notevolmente, anche nella ricerca di nuove tecniche di produzione per il miglioramento della qualità del prodotto finito (Olio extravergine di oliva Consoli), per questo motivo è stato istallato un nuovo impianto a ciclo continuo dell’ultima generazione con l’estrazione dell’olio per forza centrifuga e la tecnica di estrazione adottata è rigorosamente a due fasi con estrazione a freddo.

Per attestare che l’olio è estratto a freddo e non supera i 27° C (così come previsto dal Regolamento CE 1019 del 2002) la temperatura viene monitorata durante tutte le fase di lavorazione delle olive fino all’estrazione dell’olio. L’olio ottenuto con le tecniche adottate dall’Azienda ha ottenuto ad oggi nei concorsi oleari dove ha partecipato riconoscimenti importanti; (Anno 2006 Banco d’Assaggio dell’Olio delle D.O.P. Italiane – Diploma di merito – Anno 2006 Sirena d’Oro di Sorrento - 2° classificato categoria fruttato leggero- Anno 2008 Sirena d’Oro di Sorrento Menzione di Merito, Anno 2012 Sirena d’Oro di Sorrento Menzione di Merito).

L’Azienda Consoli attenta anche alla salvaguardia dell’ambiente, da diversi anni ha intrapreso un rapporto di collaborazione con le Università di Catania alla
Vai al sito Conbiol
ricerca di nuove tecniche per il recupero e la valorizzazione dei sottoprodotti e o scarti dei frantoi olearie, con i quali sono stati raggiunti obiettivi importanti. L’Azienda ha in programma ormai da diversi anni interventi che individuano nelle competenze dell’Università degli Studi di Messina, nella persona del Prof. Vincenzo Chiofalo, nel settore della mangimistica la creazione di prodotti innovativi derivanti dalla standardizzazione e dalla individuazione di alcuni elementi di interesse nutrizionale per il comparto zootecnico. E’ evidente che si investe anche nella multifunzionalità dell’azienda finalizzata all’utilizzo anche dei residui della lavorazione delle olive alfine di ridurre le problematiche di impatto ambientale costruendo un prodotto che da rifiuto diventa alimento ricco di sostanze antiossidante per il circuito animale. Con l’Università di Catania, in particolare con li Prof. Francesco Bonina del dipartimento di “Scienze del Farmaco” ha già avviato una collaborazione scientifica finalizzata allo studio di un processo produttivo mediante il quale poter valorizzare tutti i prodotti che derivano dalla lavorazione dell’ulivo. In particolare verranno condotte sperimentazioni “sul campo” per ottimizzare il processo di recupero dei polifenoli dalle acque di vegetazione, applicabile nel campo farmaceutico e cosmetica.